Presentazione e recensioni

Senza disturbare... ovvero "fare grandi cose" nella quotidianità, senza arroganza, senza la ricerca degli applausi e con molta umiltà: questo il tema portante dell'album.  

Otto brani che parlano di amore, degli eroi di tutti i giorni, del ritorno alla voglia di vita e positività dopo un periodo difficile, dell'amore verso le proprie origini e la propria terra, dei sogni custoditi gelosamente nel cuore che, molto spesso, sono tutto quello che ci resta.

L'album è la prima opera solista di Fabrizio Luglio, dopo altre esperienze di musica originale con diverse formazioni ed, in particolare, con la band rock-progressive Incommunicado da cui ha ripreso alcuni brani da lui scritti e riarrangiati in questo album.

Questo ambizioso progetto raccoglie tutta l'esperienza artistica maturata negli ultimi anni e mette insieme testi curati, ricchi di immagini e riferimenti poetici che si sviluppano come sequenze di un film.

I testi, spesso, hanno più chiavi di lettura e svelano i significati nascosti dopo più attenti ascolti: ad esempio "il viaggio più lungo" parla del viaggio di un astronauta, della nostalgia per la propria terra, ma anche del ritorno a se stessi.

Grazie alla collaborazione con Marco Anderlini (arrangiatore che ha già collaborato con diversi cantautori della scena musicale italiana) i brani mantengono le connotazioni tipiche della musica d'autore ma con un sottofondo che, a tratti, vuole ricordare le colonne sonore cinematografiche.

E' presente, in alcuni istanti sparsi qua e là, qualche sonorità e citazione progressive che ha caratterizzato l'esperienza precedente dell'autore. 

Tutte le canzoni sono state eseguite da grandi professionisti dello strumento (presentati su questo sito nella sezione "protagonisti") che hanno magicamente interpretato le atmosfere del disco.

Con la speranza di arrivare al cuore dell'ascoltatore, un po' alla volta, in un crescendo di emozioni, ci auguriamo di potervi accompagnare in questo mondo fatto di immagini e sensazioni raccontate con la musica.

Suggeriamo di leggere, tra le diverse recensioni due delle più complete e significative per raccontare il progetto "senza disturbare" . La prima è sul Corriere della Sera, sezione Bologna, del giornalista musicale Andrea Tinti e la seconda è di Blu Radio Veneto, del presentatore radio Maurizio Calzavara e descrive ogni singola canzone dell'album. Le trovi qui nel menù in alto "Recensioni".

Fabrizio Luglio.  Sono nato a Torino e ho studiato chitarra durante l'adolescenza. Nell’area torinese mi sono inserito tra gli artisti del panorama musicale cittadino degli anni '90 con la band Incommunicado con cui abbiamo pubblicato nel 1998 il primo CD, il concept-album Fiction menzionato dall'enciclopedia del rock progressivo di Arcana Edizioni. Mi trasferisco dal 1999 al 2002 a Bristol in UK per studio, dove ho frequentato corsi musicali del Bristol City Council. In UK ho fatto un mini-tour con Incommunicado e registrato un nuovo album L'alba del viaggio, realizzato in parte a Torino, in parte a Chepstow nel Galles del Sud. Dal 2003 mi sposto a Bologna collaborando come poli-strumentista con altre formazioni musicali ("Belle Epoque Duo" con cui produco e arrangio l'album Belle Epoque: Canzoni dal Novecento, "Inner Stories", "Stati Febbrili" e "Monoblokko") ed avviando un percorso da solista/cantautore. Nel 2011 esce, insieme a Incommunicado, l'album Musica per Gerani di cui curo tutti i brani.
Nel 2016, insieme all'associazione musicale Realsound di Bologna, produco il mio primo album solista Senza disturbare, e mi affido, per la promozione, all'etichetta bolognese Areasonica. Nel 2018 partecipo alla stesura della colonna sonora Tagli di Luce (Original Soundtrack). Nel 2020 decido di riprendere e pubblicare brani scritti negli anni 90 con l'album Tracce d'adolescenza, autoprodotto.

Siti web:

www.fabrizioluglio.it
www.senzadisturbare.it
www.belle-epoque-duo.it
www.incommunicado.it

© Copyright 2021 Fabrizio Luglio. Tutti i diritti riservati
Cookie Policy
www.fabrizioluglio.it

Design a free website with Mobirise